I Fiori di Bach per la depurazione degli organi

L’utilizzo dei Fiori di Bach nella sfera psico-emotiva è ormai molto conosciuto e rimane il principale scopo di questi rimedi. Tuttavia, il Naturopata si avvale dell’aiuto dei fiori di Bach anche per trattare problematiche prettamente fisiche. Per esempio per la depurazione dei vari organi, ovviamente in sinergia con i rimedi fitoterapici specifici e le cure più appropriate consigliate dal medico o dal terapeuta di fiducia.

Anche nel trattamento a sostegno degli organi, i fiori vanno presi comunque per bocca, 4 gocce 4 volte al giorno e, se consigliato,  applicati anche in corrispondenza dell’organo interessato. Vediamo i principali utilizzi dei Fiori di Bach per i nostri organi.

Fegato: depurazione e disintossicazione

Quando c’è necessità di pulire il fegato, oltre ad un’alimentazione povera di grassi animali e di zuccheri e a fitoterapici a base di Cardo Mariano, Fumaria, Tarassaco, Carciofo, Rosmarino e Bardana, è utile associare Crab Apple. Questo fiore per la sua azione di pulizia e depurazione è  il rimedio ideale per il fegato. Un altro fiore adatto alla depurazione e soprattutto alla rigenerazione del fegato è Holly, il fiore che scioglie la rabbia di chi si sente ferito, rabbia che parte da una sofferenza del cuore, ma che si accumula e disturba il fegato.

Reni: depurazione e drenaggio

Anche in questo caso è bene utilizzare  Crab Apple per depurare in associazione a Chicory per la sua azione drenante e a Rock Water se ci fossero calcoli renali. Elm aiuta in caso di coliche.

CONTINUA A LEGGERE

Nessun commento ancora

Lascia un commento